Sopravvissuti
0 1 0
Libri Moderni

Cortini, Matteo - Moretti, Leonardo <1975- >

Sopravvissuti

Abstract: Il 6 Giugno 1944 è ricordato come il Giorno del Giudizio. Il mondo era dilaniato dalla guerra, gli Alleati stavano sbarcando sulle coste della Normandia e le forze dell'Asse cercavano di contrastare la loro avanzata. Fu allora che i Morti si risvegliarono. In ogni nazione i cadaveri si rialzarono dai campi di battaglia, dalle fosse comuni e dagli ospedali, iniziando la loro feroce caccia al genere umano. Sono passati dodici anni da quel giorno. Il mondo è ridotto a un cumulo di macerie e violenza, dove i Morti sono in costante ricerca di carne viva, mentre gli ultimi sopravvissuti sono ormai simili a bestie disperate e pericolose, disposti a tutto pur di vivere un giorno in più. Questa è la storia di quattro di loro, in fuga attraverso le rovine di una Francia disabitata e silenziosa. Uomini e donne in cerca di cibo, acqua, un luogo sicuro dove poter dormire e di un ultimo, dannato, caricatore.


Titolo e contributi: Sopravvissuti / Matteo Cortini, Leonardo Moretti

Pubblicazione: Costabissara (VI) : Asengard, 2010

Descrizione fisica: 283 p. ; 22 cm

ISBN: 978-88-95313-12-2

Data:2010

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.), Italiano (lingua dell'opera originale)

Paese: Italia

Altri titoli:
  • Elfheim.
Nota:
  • Nell'occhietto: Elfheim.

Nomi:

Classi: 853 LETTERATURA - Letteratura italiana; Narrativa (0)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2010
  • Target: adulti, generale
Campi LiberDatabase (109)
  • Generi (fiction): Horror e mistero

Sono presenti 1 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Cavasso Nuovo 853 COR CAV0-18173 Su scaffale Disponibile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Gli ingredienti ci sono tutti. Il gruppetto sparuto che cerca di sopravvivere. I morti che si risvegliano senza un perchè bramosi di carne umana. L'inverno rigido difficile da superare... insomma, un romanzo ben confezionato ma con il rischio di incorrere nella sensazione di "già letto". Diverso dal solito il periodo storico scelto per l'ambientazione (siamo un decennio dopo il 1944, anno in cui i morti iniziarono a svegliarsi), e un finale aperto molto azzeccato che lascia il lettore piacevolmente stupito.
Consigliato a chi piace il genere.

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.